Conservativa

COS'E' LA CARIE DENTALE?

 

I batteri presenti nella placca, trasformano gli zuccheri dell’alimentazione in acidi, i quali possono intaccare prima lo smalto e poi la dentina, dando luogo alla formazione di una cavità (carie dentale), che se non curata, può ingrandirsi distruggendo progressivamente il dente.

Un dente attaccato dalla carie non guarisce quasi mai da solo; ecco perché la prevenzione e la cura della carie dentale sono così importanti.

 

COME PROGREDISCE LA CARIE DENTALE?

Nella fase iniziale, quando la carie è limitata allo smalto, questo diventa prima di colore bianco pallido, rimanendo liscio, per poi diventare ruvido. Durante questa fase è ancora possibile un processo di “autoguarigione” del dente, effettuando una corretta igiene orale con prodotti a base di fluoro e limitando l’introduzione di zuccheri.

La carie dentale può raggiungere poi la dentina. I tubuli dentinali, presenti nella dentina, sono comunicanti con la polpa, dove si trovano i nervi dentali, quindi molto spesso il dente diventa sensibile al caldo, al freddo e ai cibi dolci.

Progredendo ulteriormente, la carie può raggiungere la polpa dentale, provocando un’infiammazione, spesso dolorosa, che nei casi più gravi può portare alla devitalizzazione e se non curata coinvolgere anche il tessuto osseo..

COME PREVENIRE LA CARIE DENTALE?

1

IGIENE ORALE. Nella prevenzione della carie dentale, l’igiene orale gioca un’importanza fondamentale, rimuovendo placca e residui di cibo che portano alla sua formazione.

2

SPAZZOLINO. E’ importante spazzolare i denti dopo ogni pasto, con maggiore attenzione la sera prima di coricarsi.

3

FILO INTERDENTALE. Per la pulizia tra dente e dente è necessario usare il filo interdentale: questo risulta essenziale nella prevenzione della carie, che molto spesso inizia proprio dalla zona tra dente e dente.

4

COMPRESSE RIVELATRICI DI PLACCA. Colorano in maniera più evidente le zone dove si accumula la placca permettendo di controllare il corretto uso del filo interdentale e dello spazzolino.

5

ALIMENTAZIONE. Gli zuccheri, soprattutto quelli semplici (contenuti in caramelle, dolci, bevande zuccherate, etc) hanno una grossa responsabilità nella formazione della carie. I batteri responsabili della carie, trasformano gli zuccheri non rimossi dai denti, in acidi durante un intervallo di circa 20 minuti. Evitate snacks frequenti con cibi dolci, specialmente se appiccicosi (marmellata, miele, cioccolato, caramelle).

6

FLUORO. E’ un minerale in grado di rafforzare i denti e proteggerli dalla carie. E’ normalmente presente nell’acqua potabile e in alcuni alimenti (es. pesce, arachidi e tè), oltre che in prodotti per l’igiene orale. Utili nella prevenzione della carie dentale, l’applicazione locale con l’uso di dentifrici e collutori a base di fluoro.

COME SI CURA UN DENTE CARIATO?

Per curare un dente cariato, si rimuoverà la parte di dente danneggiata dalla carie fino a trovare tessuto sano. La cavità così ottenuta viene poi disinfettata e, il dente viene restaurato con materiale scelto in base alla posizione del dente, alla grandezza e alla posizione della cavità ottenuta, a esigenze estetiche, masticatorie e di robustezza deL restauro.

La ricostruzione viene effettuata con OTTURAZIONI di resina composita, un materiale resistente ed esteticamente molto simile al colore del dente. Qualora la carie avesse aggredito gran parte del dente, l’otturazione non è più possibile e si procede con l’INTARSIO in resina composita o in ceramica, che viene preparato con sofisticate apparecchiature.

Nel corso del trattamento conservativo si utilizza la DIGA DI GOMMA. E’ un dispositivo che permette di isolare uno o più denti del paziente, dall’umidità del cavo orale. Le cure eseguite risultano più SICURE, i pazienti non rischiano di ingerire materiali tossici (amalgama d’argento) che devono essere rimossi prima di procedere con la ricostruzione.

PERCHÉ CURARE LA CARIE NELLA FASE INIZIALE?

 

La carie dentale è un processo irreversibile (solo carie microscopiche hanno qualche possibilità di rimineralizzarsi). Per questo una volta individuata, è preferibile curarla subito, anche se il dente non fa male: essa infatti progredisce danneggiando seriamente il dente, a volte in maniera irreparabile. Curare un dente cariato ne migliora la funzionalità masticatoria ed estetica, ed è importante anche per evitare che la carie coinvolga i denti vicini.

Proteggete i vostri denti, consultandovi col vostro dentista sull’opportunità di fare delle applicazioni di fluoro, o di fare delle sigillature ai denti dei vostri bambini.

Seguite il programma di controlli e igiene professionale in studio.

Dal dentista non c’è migliore investimento che prevenire le cure con i controlli periodici il miglior risparmio è…non avere bisogno di cure!